Articoli

Epoca che vai, censura che trovi!

Dopo il recedente articolo sulla Legge Mancino, e per farmene perdonare la lunghezza, torno sull’argomento offrendo ai lettori un momento di raffinata comicità, firmato Ugo Tognazzi e Gianni Agus.

Correva l’anno 1958 e la RAI era rigorosamente controllata e censurata dall’allora Democrazia Cristiana: sarebbe bastato un seno troppo scoperto o una parola appena volgare per far gridare allo scandalo e causare il licenziamento in tronco dell’attrice o dell’attore che avessero osato tanto. In compenso, però, il Politically Correct non era ancora nato e ci si poteva divertire liberamente senza paura di parodiare personaggi o di usare una terminologia che oggi farebbero gridare “Al razzista!”, creando ben altri problemi censori: non solo il licenziamento, ma anche pesanti conseguenze penali.

Godiamoci dunque questo delizioso sketch perché, con i tempi che corrono, una scenetta comica del genere oggi sarebbe improponibile.

Domanda: non è, per caso, che si stava meglio quando si stava peggio?

Ad maiora!

https://www.youtube.com/watch?v=EKGZuOeZV_A

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.