Articoli

L’Olocausto…dal punto di vista islamico.

Pubblicato il

Oggi, 27 Gennaio, si è celebrata la “Giornata della Memoria”, istituita per non dimenticare la Shoah, una della più grandi tragedie del secolo scorso.

Particolarmente commovente la storia della Senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta ad Aushwitz, dove era stata internata quando era ancora un’adolescente e dove perse il padre e tanti amici meno forti o fortunati di lei

Storie come quelle della Segre andrebbero riportate sempre, soprattutto nelle scuole, per insegnare ai giovani immersi nello zuccheroso mondo dei social media quali aspetti terribili possa riservare la realtà, allorché l’odio inter-etnico prende il sopravvento.

Vorrei però che la Senatrice, che ha spesso polemizzato con Salvini per le sue scelte in materia di immigrazione, prima di attaccarlo riflettesse sul rischio tremendo che l’Europa islamizzata riserverà agli Ebrei, circa un milione e mezzo, che vivono nel vecchio continente: qua sotto gli articoli che riportano alcune fasi della polemica Segre – Salvini e le foto tratte da alcune manifestazioni islamiche in Europa.

Possibile che tanti ebrei di buona cultura e memoria storica, come la Segre, Fiano o Moni Ovadia, per citarne solo alcuni, non si rendano conto del destino che li attenderebbe una volta che l’intera Europa dovesse essere sottomessa alla Sharia, cioè alla legge di quelli che pretendono di sbarcare ogni giorno da noi e che ci hanno già invaso, a milioni?

Possibile che non si rendano conto che l’unica speranza per loro e per i loro figli sono proprio le politiche di salvaguardia della nostra civiltà di leader come Salvini e Orban?

Spiace dirlo, ma gli atteggiamenti pro-immigrazione delle persone di cui sopra mi ricordano tanto la celebre frase con la quale Churchill stigmatizzò l’”appeasement” verso il nemico:

Una persona conciliante è come uno che dà da mangiare a un coccodrillo perché spera che questo lo mangi per ultimo”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/14/la-senatrice-a-vita-segre-salvini-e-il-volto-nuovo-delleuropa-ma-di-uneuropa-dellindifferenza/4625983/

https://it.blastingnews.com/politica/2018/10/liliana-segre-attacca-italia-di-oggi-sempre-piu-vicina-a-quella-indifferente-e-fascista-002755967.html

                      

                             

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.