Articoli

Patto sui migranti e tenuta di governo: si accettano scommesse!..

Pubblicato il

Come è noto l’Italia non ha firmato il “Patto sui Migranti” che l’ONU sta cercando di imporre a tutte le Nazioni che lo compongono. Un documento che stabilisce quali sono i diritti dei migranti, le procedure della loro accoglienza, ma che non si preoccupa di tutelare anche i diritti, corrispettivi, dei popoli che li accolgono. E poiché la civiltà moderna è basato sul contratto, sociale o privatistico che sia, vale a dire su una formula giuridica che tutela gli interessi di entrambe le parti e non di una soltanto, il “Patto sui Migranti” si configura come un’imposizione vera e propria, quantomeno psicologica. La firma di tale documento infatti non sarebbe vincolante per le Nazioni che lo sottoscrivono, ma sicuramente darà il via libera alle varie operazioni umanitarie delle ONG pro-accoglienza, con le conseguenze che abbiamo visto negli ultimi anni.

Nel post del 19 Novembre 2018

https://wedaretoo.org/it/petizione-importante-e-urgente/

avevo segnalato l’iniziativa di Generazione Identitaria che puntava alla raccolta di firme contro la firma del Patto.

Gli sforzi di Generazione Identitaria, della Lega e di Fratelli d’Italia sono stati premiati ma il Governo, pur non avendo sottoscritto il Patto, per non scontentare del tutto l’ala di sinistra ed immigrazionista dei Grillini, ha comunque deciso, un po’ pilatescamente, di rimettere la decisione finale al Parlamento.

Qualcuno teme che, coalizzandosi le forze dei 5 Stelle con quelle del PD, le Camere possano decidere per un sì alla firma, ma la mia sensazione è che Salvini abbia fatto bene i suoi conti, con una manovra apparentemente azzardata ma che potrebbe diventare il suo capolavoro politico. Perché, sul tema dell’immigrazione, che ormai è l’unico che divide la Destra dalla Sinistra in tutto il mondo, molto probabilmente verrà a galla la contraddizione che mina alla radice quella specie di gigante dai piedi d’argilla che è il M5S: un Movimento che si è gonfiato con i voti in trasferta di Lega e Forza Italia, persi con gli scandali delle escort di Berlusconi e di Belsito nella Lega, ma che ora Salvini è pronto a riprendersi, con tanto di interessi.

Il voto in Parlamento si dovrebbe tenere domani, cioè tra poche ore, dato che, in questo preciso momento in cui scrivo, manca ormai un quarto d’ora alla mezzanotte del 18 Dicembre dell’Anno Domini 2018.

Ci sarà domani la spaccatura del M5S e/o la caduta del Governo?

Non so voi, ma io scommetterei per il sì.

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.