Uncategorized

Svezia: la polizia è alla follia!

Pubblicato il

E’ notizia di questi giorni: in Svezia la polizia ha ucciso per errore un ragazzo down che aveva una pistola giocattolo in mano: non avendo obbedito all’ordine di gettare l'”arma”, il giovane è stato crivellato di colpi dai poliziotti più farlocchi d’Europa:

 

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/svezia-ragazzo-down-20-anni-va-giro-pistola-giocattolo-1561681.html

 

Certo, FARLOCCHI (falsi, fasulli), avete letto bene!

Come definire altrimenti queste “forze dell’ordine” che uccidono un povero ragazzo handicappato che si balocca con una pistola ad acqua (immagine tanto più straziante proprio perchè foriera di un’innocente comicità che di colpo viene stravolta in tragedia), ma che non muovono un dito contro le bande di immigrati che, sistematicamente, mettono a ferro e fuoco interi quartieri della Nazione (una tempo) più progredita del mondo?

 

https://www.interris.it/esteri/quei-ghetti-di-immigrati-che-incendiano-la-svezia

 

E’ la stessa polizia, si noti bene, che tenta goffamente di nascondere l’etnia degli immigrati che ogni anno stuprano migliaia di donne svedesi, obbedendo agli ordini censori dei loro miserabili leaders politici:

 

https://it.gatestoneinstitute.org/5224/svezia-stupri

 

https://www.loccidentale.it/articoli/144746/stoccolma-come-rotherham-stupri-nascosti-in-nome-del-multikulti

 

Il caso di Eric Torell, così si chiamava il ragazzo ucciso, non dovrà essere ricordato solo come un tragico incidente e liquidato con un’inchiesta, per quanto esemplare: no, il povero ragazzo down con una pistola-giocattolo in mano sta diventando la metafora tragica di un’intera civiltà ormai ridotta alla disabilità, equipaggiata con armi diventate balocchi, essendone vietato l’uso, e che sta per crollare sotto l’ondata di fango multietnico che la sta investendo.

(Cortesia di https://www.facebook.com/Osservatorio-Europeo-Movimenti-Euroscettici-e-Anti-Immigrazione-923755991070867/?modal=composer )

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.