Articoli

Tommy Robinson è stato liberato!

Pubblicato il

 

Il patriota e attivista britannico Tommy Robinson, ingiustamente incarcerato per le sue posizioni critiche sull’Islam in Gran Bretagna (si veda il post in data 11 Luglio 2018 su questa stessa pagina), è stato finalmente liberato.

Questa importante vittoria è dovuta soprattutto al tempestivo intervento del Middle East Forum, sponsor anche di questo sito web, che ha esercitato tutte le sue pressioni mediatiche, politiche e legali per ottenere la giustizia che questo eroe della libertà merita.

 

La versione originale dell’articolo del Middle East Forum qui tradotto si trova nella pagina inglese di questo sito oppure cliccando su:

 

https://www.meforum.org/articles/2018/tommy-robinson-free-mef-heavily-involved?utm_source=Middle+East+Forum&utm_campaign=b40ba19a7b-ROBINSON_CAMPAIGN_2018_08_01_04_51&utm_medium=email&utm_term=0_086cfd423c-b40ba19a7b-33896025&goal=0_086cfd423c-b40ba19a7b-33896025

 

 

FILADELFIA – 1 agosto 2018 – Il Middle East Forum plaude al rilascio di Tommy Robinson dal carcere questa mattina, dopo che l’attivista anti-islamista britannico ha vinto il suo appello per un oltraggio alla sentenza della corte.

A giugno, Robinson, da lungo tempo obiettivo delle autorità britanniche, stava seguendo un processo per stupro in cui erano coinvolti imputati musulmani in Inghilterra, quando fu arrestato, processato, condannato a 13 mesi di prigione e imprigionato – tutto nel corso di cinque ore, il tutto negando l’accesso al consiglio.

Sono state attivate tutte le risorse del Middle East Forum per liberare il signor Robinson.

Abbiamo:
1.Conferito con il suo team legale e reso loro disponibili i finanziamenti;
2. Finanziato, organizzato e gestito i grandi raduni “Free Tommy” di Londra il 9 giugno e il 14 luglio (vedi The Times, The Guardian e Independent);
3. Finanziato il viaggio del Rappresentante Repubblicano Paul Gosar (R-AZ) a Londra per affrontare la manifestazione;
4. Assunto Sam Brownback, l’ambasciatore del Dipartimento di Stato per la libertà religiosa internazionale, per sollevare la questione con l’ambasciatore del Regno Unito.

Che cosa è esattamente accaduto: in una decisione straordinaria, il Lord Chief Justice di Inghilterra e Galles – il capo della magistratura in Inghilterra e Galles, grosso modo equivalente al capo della giustizia suprema della Corte Suprema – ha scritto una sentenza che respingeva il verdetto-farsa che ha immediatamente gettato in prigione Tommy Robinson per oltre un anno a causa di un oscuro atto di disprezzo che una guida dei media britannica dice “in pratica … non viene mai applicato”. Lord Chief Justice Burnett ha denunciato quello che ha definito “un processo fondamentalmente imperfetto” e, in un ulteriore rifiuto al giudice della corte-farsa, dato l’incarico del caso di Tommy Robinson a qualcun altro.

Il presidente del MEF, Daniel Pipes, ha commentato: “Ciò conferma l’affermazione della campagna #FreeTommy che Tommy Robinson, ancora una volta, era stato trattato (secondo le parole del titolo della sua autobiografia) come un nemico dello stato. Noi del Middle East Forum siamo lieti di questo cambio di eventi e attendo con impazienza che le accuse contro Tommy Robinson vengano prese in considerazione in modo sobrio, neutrale e senza fretta “.

Gregg Roman, direttore del forum, aggiunge: “Questa è una vittoria non solo per Tommy Robinson, ma per tutti coloro che nel Regno Unito discutono pubblicamente sull’Islam e sulle questioni correlate – inclusi islamismo, jihad e organizzazioni benefiche islamiche.” Le autorità britanniche hanno cercato di chiudere giù un dibattito importante. Hanno perso. La gente ha vinto.

Il Forum continuerà a sostenere il Sig. Robinson’s – e tutti gli altri – per il diritto di parlare liberamente di argomenti controversi.

Il Forum con sede a Philadelphia promuove gli interessi americani e lavora per proteggere la civiltà occidentale dalla minaccia dell’islamismo.

Per il rilascio immediato
Per ulteriori informazioni o commenti, contattare:
Gregg Roman, direttore
Roman@MEForum.org
+1-215-546-5406

Please follow and like us:
0

Un pensiero su “Tommy Robinson è stato liberato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.